Bullismo e cyberbullismo: un fenomeno da non sottovalutare (domenica 2 aprile)

Bullismo e cyberbullismo:  un fenomeno da non sottovalutare (domenica 2 aprile)

Domenica 2 aprile ore 11:00

Incontro straordinario sulle tematiche più importanti che riguardano la famiglia e i problemi dei nostri figli

Diventare genitori: gioia, fatica, responsabilità, La sfida di educare oggi.

Tema trattato:

Bullismo e cyberbullismo:  un fenomeno da non sottovalutare 

“mai farlo e mai permetterlo…”
(Papa Francesco)

condotto dal Sig. Sebastiano Zinna


 SCARICA LE SLIDE DELL’INCONTRO


LEGGI: CONSIGLI PER I GENITORI


Qui trovate informazioni sul precedente incontro di Sebastiano Zinna, “La vita familiare come contesto educativo: la famiglia che sostiene”

La vita familiare come contesto educativo: la famiglia che sostiene (domenica 12 febbraio)

La vita familiare come contesto educativo: la famiglia che sostiene (domenica 12 febbraio)

Domenica 12 febbraio ore 11:00

Incontro straordinario sulle tematiche più importanti che riguardano la famiglia e i problemi dei nostri figli

Diventare genitori: gioia, fatica, responsabilità, La sfida di educare oggi.

Tema trattato:

La vita familiare come contesto educativo: la famiglia che sostiene.

condotto dal Sig. Sebastiano Zinna


SCARICA LE SLIDE DELL’INCONTRO


LEGGI: Un promemoria da tuo figlio

Le Opere di Misericordia

Le Opere di Misericordia
Le sette opere di misericordia corporale Le sette opere di misericordia spirituale
1) Dar da mangiare agli affamati 1) Consigliare i dubbiosi
2)Dar da bere agli assetati 2)Insegnare agli ignoranti
3) Vestire gli ignudi 3) Ammonire i peccatori
4) Alloggiare i pellegrini 4) Consolare gli afflitti
5) Visitare gli infermi 5) Perdonare le offese
6)Visitare i carcerati 6) Sopportare pazientemente le persone moleste
7) Seppellire i morti 7) Pregare Dio per i vivi e per i morti
   

Preghiera di Papa Francesco per il Giubileo

Preghiera di Papa Francesco per il Giubileo

Signore Gesù Cristo,
tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste,
e ci hai detto che chi vede te vede Lui.
Mostraci il tuo volto e saremo salvi.
Il tuo sguardo pieno di amore liberò Zaccheo e Matteo dalla schiavitù del denaro;
l’adultera e la Maddalena dal porre la felicità solo in una creatura;
fece piangere Pietro dopo il tradimento e assicurò il Paradiso al ladrone pentito.
Fà che ognuno di noi ascolti come rivolta a sé la parola che dicesti alla samaritana:
Se tu conoscessi il dono di Dio!

Tu sei il volto visibile del Padre invisibile,
del Dio che manifesta la sua onnipotenza soprattutto con il perdono e al misericordia:
fa che la Chiesa sia nel mondo il volto visibile di Te, suo Signore, risorto e nella gloria.

Hai voluto che i tuoi ministri fossero anch’essi rivestiti di debolezza
per sentire giusta compassione per quelli che sono nell’ignoranza e nell’errore:
fa che chiunque si accosti a uno di loro si senta atteso, amato e perdonato da Dio.

Manda il tuo Spirito e consacraci tutti con la sua unzione
perché il Giubileo della Misericordia sia un anno di grazia del Signore
e la tua Chiesa con rinnovato entusiasmo possa portare ai poveri il lieto messaggio
proclamare ai prigionieri e agli oppressi la libertà e ai ciechi restituire la vista.

Lo chiediamo per intercessione di Maria Madre della Misericordia
a te che vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Incontro “Famiglia insieme in parrocchia” del 15.11.2015

Incontro “Famiglia insieme in parrocchia” del 15.11.2015

Giovanni 13:34-35

34 Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri; come io vi ho amato, così amatevi anche voi gli uni gli altri.

35 Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli, se avrete amore gli uni per gli altri.

PICCOLO IMPEGNO

Provo in questi giorni a spegenere il cellulare, la TV e a fare la cena insieme alla mia famiglia, solo noi, stando seduti senza distraziani, comunicando gli uni con gli altri.

PREGHIERA SEMPLICE

O Signore, fa’ di me uno strumento della tua Pace:
Dove è odio, fa’ ch’io porti l’Amore.
Dove è offesa, ch’io porti il Perdono.
Dove è discordia, ch’io porti l’Unione.
Dove è dubbio, ch’io porti la Fede.
Dove è errore, ch’io porti la Verità.
Dove è disperazione, ch’io porti la Speranza.
Dove è tristezza, ch’io porti la Gioia.
Dove sono le tenebre, ch’io porti la Luce.
O Maestro, fa’ ch’io non cerchi tanto:
Essere consolato, quanto consolare.
Essere compreso, quanto comprendere.
Essere amato, quanto amare.
Poiché è
Dando, che si riceve,
Perdonando, che si è perdonati,
Morendo, che si resuscita a Vita Eterna.

San Francesco

IMG_9597 IMG_9593

I BAMBINI IMPARANO CIO’ CHE VIVONO
(di Dorothy Law Nolte)

Se un bambino vive con le critiche, impara a condannare.

Se un bambino vive con l’ostilità, impara ad aggredire.

Se un bambino vive con il timore, impara ad essere apprensivo.

Se un bambino vive con la pietà, impara a commiserarsi.

Se un bambino vive con lo scherno, impara ad essere timido.

Se un bambino vive con la gelosia, impara cos’è l’invidia.

Se un bambino vive con la vergogna, impara a sentirsi in colpa.

Se un bambino vive con l’incoraggiamento, impara ad essere sicuro di sé.

Se un bambino vive con la tolleranza, impara ad essere paziente.

Se un bambino vive con la lode, impara ad apprezzare.

Se un bambino vive con l’accettazione, impara ad amare.

Se un bambino vive con l’approvazione, impara a piacersi.

Se un bambino vive con il riconoscimento, impara che è bene avere un obiettivo.

Se un bambino vive con la condivisione, impara la generosità.

Se un bambino vive con l’onestà e la lealtà, impara cosa sono la verità e la giustizia.

Se un bambino vive con la sicurezza,
impara ad avere fiducia in se stesso e in coloro che lo circondano.

Se un bambino vive con la benevolenza, impara che il mondo è un bel posto in cui vivere.

Se vivi con serenità, il tuo bambino vivrà con la pace dello spirito.

Con che cosa sta vivendo il tuo bambino?

2015-11-15 21.49.42 20151115_113900